UFFICIO NAZIONALE PER I PROBLEMI SOCIALI E IL LAVORO
DELLA CONFERENZA EPISCOPALE ITALIANA

Scheda 4 – Il lavoro e il tempo libero

-
20 Dicembre 1999

fossa, non l'affe rra e la tira fuori? Ora, quanto è più prezioso un uomo di una pecora! Perciò è permesso fare del bene anche di sabato" (Mt 12,9-12).
* Alla luce di Dio, questo tempo doloroso può essere percepito come momento propizio, da vivere intensamente, in cui realizzare un equilibrio fra lavoro (da cercare) e riposo/tempo libero (da riscoprire nel suo senso religioso e di socializzazione).
Agire
Imparare a vincere la tentazione dell'ozio e della rassegnazione, lo stato di ansietà. Il pensiero di Dio che si cura di noi, puo' darci una serenita' di fondo che ci aiuta molto ad affrontare le gravi difficoltà odierne.
"Per questo io vi dico: Non datevi pensiero per la vostra vita, di quello che mangerete; né per il vostro corpo, come lo vestirete. La vita vale più del cibo e il corpo piu' del vestito... Se dunque Dio veste così l'erba del campo, che oggi c'è e domani si getta nel forno, quanto più voi, gente di poca fede?" (Lc 12,13-21). * Attivare dei percorsi formativi, per arricchire la propria professionalità; coltivare una informazione aggiornata sulle varie possibilità occupazionali. * Tempo libero e famiglia: si può finalmente dedicare più tempo alla famiglia e alla casa. * Si può, ma non è facile (bisogna programmarlo), ritagliare del tempo per una preghiera serena e non frettolosa. * E' utile attivare una esperienza di gruppo (se non la si vive ancora). * Si possono sviluppare degli impegni di volontariato. * Si possono riscoprire attivamente iniziative mai prese in considerazione (ad es. nel quartiere).
Vedere
* "Da quando la ditta mi ha lasciato a casa, ho improvvisamente tanto tempo a disposizione, che non riesco neppure ad utilizzare bene...Ho un senso di vuoto, di inconcludenza..., mi sento inutile...non so come organizzarmi". Prova a descrivere come vivi il tuo tempo liberato dal lavoro, i tuoi disagi, lo stato d'animo che provi. * Alcuni si gettano in nuovi lavori, spesso in nero (per non perdere punti in graduatoria al collocamento e la possibilità di rientrare, se non semplicemente per guadagnare di più). Descrivi di che lavori si tratta e come li vivi. * Altri facevano già prima un secondo o un terzo lavoro. Adesso lavorano più di prima, perché il lavoro in fabbrica era meno impegnativo degli altri. Ora quindi si è ancora più storditi dai ritmi del lavoro nero, che in genere sono ben più intensi di quelli del lavoro regolamentato. Se non vivi tu questa situazione, magari conosci qualcuno che fa così. * Altri ancora, in questa situazione vanno in crisi, si dedicano di più ai figli, agli hobbies, ai lavori domestici, alla manutenzione della casa...

Giudicare
* La Genesi (cap. 1 e 2) ci parla del lavoro e del riposo di Dio, presentandoli come modello per la vita dell'uomo, nella quale devono trovare spazio l'agire e il riposare. "Così furono portati a compimento il cielo e la terra e tutte le loro schiere. Allora Dio, nel settimo giorno, portò a termine il lavoro che aveva fatto e cessò nel settimo giorno da ogni suo lavoro. Dio benedisse il settimo giorno e lo consacrò, perché in esso aveva cessato da ogni lavoro che egli creando aveva fatto" (Gen 2,2-3).
* Gesù ribadisce più volte il vero senso del riposo del Sabato, come tempo da dedicare a Dio e ai fratelli (ad es. Gesù guarisce anche in giorno di sabato). "Gesù ando' nella sinagoga e i farisei gli chiesero: "E permesso curare di sabato?". Dicevano cio' per accusarlo. Ed egli disse loro: "Chi tra voi, avendo una pecora, se questa gli cade di sabato in una

<