UFFICIO NAZIONALE PER I PROBLEMI SOCIALI E IL LAVORO
DELLA CONFERENZA EPISCOPALE ITALIANA

Intervento di Mario Monti alla Tavola Rotonda 1 della Sessione Economia e Finanza

44a Settimana Sociale dei Cattolici Italiani
8 Ottobre 2004

Che cosa l’Europa può fare per rendere la globalizzazione più governata, più umana e più solidale. L’Europa a mio parere ha un grande potenziale da questo punto di vista, per certi aspetti maggiore di quello degli Stati Uniti, nel senso che l’Europa è anche più adatta negli Stati Uniti per indirizzare, nel medio e lungo termine – non da sola non, in modo non egemone, ma in modo autorevole in una comunità internazionale – un governo della globalizzazione. Quali sono i vantaggi comparati che l’Ue ha rispetto agli altri poli nel mondo e anche rispetto agli Stati Uniti? Uno è il modello istituzionale dell’Ue, l’altro è il suo modello economico e sociale. Modello istituzionale che è stato fondato, fin dalla costruzione negli anni Cinquanta, su due cose: l’integrazione dei mercati con l’abbattimento delle varie barriere, ma anche un certo coordinamento delle politiche pubbliche per governare quei mercati. Vorrei fare l’esempio dell’allargamento dell’Unione europea, che si è coronato il 1 maggio di quest’anno, dopo una lunga preparazione, con l’ingresso di 10 nuovi Stati membri. Ebbene, l’allargamento dell’Ue a 25 è un esempio di globalizzazione, certo su scala continentale, non su scala globale, ma con tutti gli ingredienti necessari: abbattimento delle barriere, costruzione di istituzioni di coordinamento delle politiche. L’altra ragione per cui l’Ue ha nel suo carattere stesso un elemento che può renderla più attraente come riferimento per altri popoli e nazioni nel mondo è il suo modello economico-sociale, che è certamente fondato sull’economia di mercato, ma sull’economia sociale di mercato, come è in particolare nella lezione della scuola di Friburgo, nella Germania del dopoguerra, di Adenauer, che ha saputo poi trasmettere all’Ue certi valori fondamentali di costruzione di un’economia sociale di mercato...

ALLEGATI

<