UFFICIO NAZIONALE PER I PROBLEMI SOCIALI E IL LAVORO
DELLA CONFERENZA EPISCOPALE ITALIANA

Giornata Solidarietà 2006

La Dottrina Sociale della Chiesa e le sue esigenze pastorali
13 ottobre 2008
La Dottrina Sociale della Chiesa e le sue esigenze pastorali
 
Premessa
• In questa nostra XXV Giornata della Solidarietà desideriamo riprendere e proporre, come il nostro Arcivescovo nel suo programma pastorale ha suggerito, alcune linee e motivazioni, con semplicità, perché ci possiamo misurare insieme sul vivere e sulle scelte che compiamo, da adulti, nel nostro vissuto quotidiano. E richiamandoci alla “fede creduta, celebrata e vissuta”, ci rifacciamo alla evangelizzazione che esige il vivere la fede ed il comunicare.
• Il tema del Convegno della vigilia vuole riflettere su “persona, lavoro e società nel pensiero della Chiesa”, suppo-nendo, in tal modo, una rilettura pressoché complessiva di tutto il Magistero sociale. Questo documento è una riflessio-ne previa e vuole offrire un semplice strumento di catechesi per riprendere la difficile e ricca problematica della Dottri-na sociale della Chiesa in questi ultimi cento anni.
• La Dottrina Sociale della Chiesa ha accompagnato il XX° secolo in tutto lo spessore di progressiva trasformazione, in-tercalata da rivolgimenti, guerre, paci, tragedie e scoperte. Essa è stata, per molti aspetti, incoraggiante e vincolante, stimolo e sostegno, responsabilità e crisi. Il mondo cattolico ha preso atto di una propria responsabilità e, in modo diver-so, tra alti e bassi, ha accettato un ruolo di presenza e di sprone, impegnandosi in prima persona. Eppure è sempre un tema problematico, poiché è soggetto agli umori, ai venti mutevoli delle scelte, delle motivazioni, delle ambiguità che possono sorgere e che si affacciano, per molti, anche nel mondo cattolico, come innesti spuri nella fede, come appiatti-mento ideologico, come sociologismo.
 
Vai al sito della diocesi di Milano
<