UFFICIO NAZIONALE PER I PROBLEMI SOCIALI E IL LAVORO
DELLA CONFERENZA EPISCOPALE ITALIANA

Scelte, di Gesualdo Purziani

Fonte: La voce Misena - Settimanale della diocesi di SenigalliaSono venuto a sapere di alcune famiglie che in questi giorni hanno preso decisioni importanti. Di fronte alla fatidica  domanda: "famiglia o lavoro?" alcune mamme hanno scelto la famiglia. E' una bella provocazione. Dare spazio solo alla carriera è molto limitante, perché c'è bisogno di avere […]
21 Giugno 2010
Fonte: La voce Misena - Settimanale della diocesi di Senigallia
Sono venuto a sapere di alcune famiglie che in questi giorni hanno preso decisioni importanti. Di fronte alla fatidica  domanda: "famiglia o lavoro?" alcune mamme hanno scelto la famiglia. E' una bella provocazione. Dare spazio solo alla carriera è molto limitante, perché c'è bisogno di avere una famiglia da amare e da cui essere amati... D'altra parte precludersi a priori altri percorsi professionali può rappresentare un fallimento di progetti, di anni di studio, di giuste aspettative... Per tutto bisogna trovare la giusta misura e il giusto equilibrio che, mi rendo conto, è più facile a dirsi che a vivere, visto quanto sono complicati la nostra società, il nostro modo di stare al mondo.
In questi tempi ci vuole coraggio per parlare di più e meglio della famiglia, delle nostre famiglie. La famiglia è in crisi, ci dicono i sociologi. Senza scomodarli, vediamo da soli che tante coppie si sfasciano, che non credono nella possibilità di un rapporto duraturo. E' vero, siamo fagili, l'affettività odierna è cinica, disincantata, tutti vorremo essere capaci di sognare, costruire, sostenersi, ma è difficile, duro... E allora? Dobbiamo concludere anche noi che è impossibile amarsi, che è impossibile amarsi, che è stata tutta una illusione? Stando in mezzo alla gente mi accorgo che c'è tanta nostalgia di amore, di bene, di stabiltà, che è ancora possibile parlare di progetti, di fedeltà, di continuità. Certo, dobbiamo dimenticare il modello di famiglia patriarcale legato alla società contadina. Le coppie sono chiamate oggi ad un compito epocale: cambiare la forma mantenendo la stostanza, inventarsi un modo qui e oggi per rendere visibile e possibile il Vangelo dell'amore. Amarsi è possibile, restare fedeli è possibile, crescere in un progetto è possibile.
 
 
<