UFFICIO NAZIONALE PER I PROBLEMI SOCIALI E IL LAVORO
DELLA CONFERENZA EPISCOPALE ITALIANA

Marcia della pace 2013

L’arcivescovo di Catanzaro-Squillace, mons. Vincenzo Bertolone, ha guidato la Marcia della Pace diocesana che si è svolta a Soverato su iniziativa della Commissione diocesana Giustizia, Pace e Salvaguardia del Creato, in collaborazione con parrocchie, centri, uffici, movimenti ed associazioni diocesane. L’appuntamento - si legge in una nota - rappresenta anche un momento “privilegiato” per riflettere sul tema scelto dal Papa per la 46ª Giornata mondiale della pace “Beati gli operatori di pace”.
7 gennaio 2013
L’arcivescovo di Catanzaro-Squillace, mons. Vincenzo Bertolone, ha guidato la Marcia della Pace diocesana che si è svolta a Soverato su iniziativa della Commissione diocesana Giustizia, Pace e Salvaguardia del Creato, in collaborazione con parrocchie, centri, uffici, movimenti ed associazioni diocesane. L’appuntamento - si legge in una nota - rappresenta anche un momento “privilegiato” per riflettere sul tema scelto dal Papa per la 46ª Giornata mondiale della pace “Beati gli operatori di pace”.
Lungo il cammino sono stati proposti dei momenti di riflessione estratti anche dalla Costituzione della Repubblica italiana, nonché alcuni brani di Paulo Freire (premio Unesco per l’educazione alla pace nel 1986). Non sono mancati inoltre richiami ai quattro pilastri di cui parlò Giovanni XXIII nella lettera enciclica “Pacem in Terris”: verità, carità, giustizia e libertà. Gli striscioni presenti al corteo hanno rappresentato i messaggi di pace collocati nei presepi delle comunità parrocchiali e associative presenti alla marcia. Particolarmente significativa è stata la presenza della “Luce di Betlemme”, accesa ogni anno da un bambino, poco prima di Natale, dalla lampada posta nella grotta di Betlemme. Da lì, la luce raggiunge in aereo la città di Linz, in Austria, per poi proseguire il suo cammino-staffetta in diversi Paesi europei.
<