UFFICIO NAZIONALE PER I PROBLEMI SOCIALI E IL LAVORO
DELLA CONFERENZA EPISCOPALE ITALIANA

La Dottrina Sociale della Chiesa e il ruolo delle fondazioni

I Seminario Preparatorio al Centenario delle Settimane Sociali dei Cattolici Italiani Treviso, 20 gennaio 2007 - Bene Comune e Dottrina Sociale della Chiesa in Italia. Dal Vaticano II a Benedetto XVI
23 Gennaio 2007

Le fondazioni di origine bancaria sono soggetti intermedi di natura privata, che danno concreta attuazione al principio di solidarietà, questo principio ha una preminente importanza nella Dottrina sociale della Chiesa. 

Nel Compendio della dottrina sociale della Chiesa (Libreria Editrice Vaticana 2004) sono affermati alcuni concetti sulla sussidiarietà dai quali partirei per riferire sul tema che mi è stato assegnato: “La DSC e  il ruolo delle Fondazioni”.

  Nel capitolo IV “I principi della dottrina sociale della Chiesa” al punto IV,  (n. 185, 186, 187)  ci si occupa dell’origine e del significato di questo principio e si danno concrete indicazioni sulla sua applicazione.

Il tema della sussidiarietà viene ripreso al Cap. VIII “La comunità politica”,  nel sottocapitolo V, “La comunità al servizio della società civile”, n. 419 lett. c che si occupa de “L’applicazione pratica del principio di sussidiarietà”.

<