UFFICIO NAZIONALE PER I PROBLEMI SOCIALI E IL LAVORO
DELLA CONFERENZA EPISCOPALE ITALIANA

Intervento di Mario Marazziti alla Tavola Rotonda 2 della Sessione Politica e Poteri

44a Settimana Sociale dei Cattolici Italiani
9 Ottobre 2004

Ho percepito qui alle Settimane Sociali di Bologna un sentire misto, ricco, un grande radicamento nella società italiana. Questo sentire non ha piena rappresentanza politica, al contrario, occorre osservare che solo occasionalmente si riscontra vera rappresentanza. Nasce anche da qui, credo, una domanda sentita di democrazia sostanziale. Il mondo, non dico solo l’Italia, sembra spesso andare da un’altra parte. La domanda è: e allora che si fa? Chi raccoglie tutto questo? Come si fa a farlo incidere di più? Quali sono i luoghi? Gli strumenti? Le proposte? Un partito, laico, a forte ispirazione cristiana, tutto nuovo? Una lobby trasversale dei cattolici italiani? Un katholichentag italiano, un forum permanente del laicato cattolico che si esprime sulle questioni urgenti? Un coordinamento o una lobby dei movimenti e delle associazioni cattoliche? O la risposta di ieri, dei cento fiori, delle cento radici locali, che negli anni 80 voleva un profondo rinnovamento della politica ma in tante parti è diventato dialetto e leghismo?

ALLEGATI

<