UFFICIO NAZIONALE PER I PROBLEMI SOCIALI E IL LAVORO
DELLA CONFERENZA EPISCOPALE ITALIANA

Intervento di Alessandro Azzi alla Tavola Rotonda 2 della Sessione Economia e Finanza

44a Settimana Sociale dei Cattolici Italiani
9 Ottobre 2004

1. Vorrei aprire la mia riflessione sul tema della democrazia e sugli stimoli precisi che mi ha rivolto il prof. Quadrio Curzio con una sorta di flash-back. Un piccolo salto indietro di quasi cento anni, alla prima Settimana Sociale dei Cattolici. Proprio per dare una lettura e una sostanza anche storica alla nostra discussione sulla democrazia degli anni Duemila. Discussione alla quale – lo anticipo subito – dopo aver espresso un paio di considerazioni sulla complementarietà di ruoli tra piccole banche mutualistiche e grandi banche quotate, vorrei portare una testimonianza che farà perno su tre aggettivi. Si tratta di tre possibili qualificazioni del nostro lavoro quotidiano diretto ad adeguare la democrazia alle nuove esigenze e ai nuovi contesti. Tre sono le dimensioni alle quali vorrei provare ad applicare i tre aggettivi: la qualità della democrazia, la profondità della democrazia, l’effettività della democrazia. A queste tre dimensioni farei corrispondere i tre aggettivi: democrazia inclusiva, democrazia sentita, democrazia attiva...

ALLEGATI

<