UFFICIO NAZIONALE PER I PROBLEMI SOCIALI E IL LAVORO
DELLA CONFERENZA EPISCOPALE ITALIANA

“Il cambiamento climatico: quale responsabilità per i cristiani? “

" [...] Il cambiamento climatico sconvolge lentamente e progressivamente quella stabilità della creazione che è uno dei grandi contenuti della promessa di Dio. Dio ha promesso agli uomini una casa ospitale nella quale essi potessero vivere, abitare e trovare gioia. Si ha l’impressione che questa stabilità rischiamo in qualche modo di metterla a repentaglio. Certo, non si distrugge […]
6 Ottobre 2009

" [...] Il cambiamento climatico sconvolge lentamente e progressivamente quella stabilità della creazione che è uno dei grandi contenuti della promessa di Dio. Dio ha promesso agli uomini una casa ospitale nella quale essi potessero vivere, abitare e trovare gioia. Si ha l’impressione che questa stabilità rischiamo in qualche modo di metterla a repentaglio. Certo, non si distrugge la terra, non si distrugge la vita, ma si distrugge questo pianeta nel suo essere casa abitabile per noi.
Di fronte a queste questioni ci troviamo il creato riconsegnato in forma nuova, non più dato naturale che possa essere tranquillamente presupposto, ma piuttosto oggetto di responsabilità che interessa i cristiani e le chiese all’interno di un dialogo che coinvolge uomini di appartenenze diverse." [...] (Simone Morandini, Introduzione)

»
Atti

<