UFFICIO NAZIONALE PER I PROBLEMI SOCIALI E IL LAVORO
DELLA CONFERENZA EPISCOPALE ITALIANA

I cattolici e le trasformazioni politiche: il contributo delle Settimane Sociali

II Seminario Preparatorio al Centenario delle Settimane Sociali dei Cattolici Italiani Bari, 19 maggio 2007 - Un secolo di vita italiana: il contributo dei cattolici
25 Maggio 2007
Come mette in luce il Documento preparatorio per il centenario delle Settimane Sociali, ripercorrere la storia di queste Settimane significa di fatto ripercorrere l’intera storia del movimento cattolico in Italia e, più  in generale, del cattolicesimo italiano negli ultimi cento anni. Per quanto riguarda specificamente il rapporto con le istituzioni politiche, i nodi che si propongono sono in gran parte gli stessi: il rapporto tra cattolici e Stato liberale, l’atteggiamento verso il fascismo, il passaggio dall’opposizione al governo nel secondo dopoguerra ecc. Su queste diverse stagioni esiste già una storiografia consolidata che offre un ventaglio di chiavi interpretative su cui non credo necessario tornare. Si tratta di interpretazioni differenti, ma che convergono intorno ad alcuni riconoscimenti condivisi, come quello, già formulato da Federico Chabod nel 1948, secondo cui – per certi versi – l’ingresso dei cattolici nella vita politica italiana ha costituito l’evento più rilevante della storia politica italiana nel XX secolo.
 “Nel gennaio 1919 fa la sua comparsa un secondo vero e proprio partito politico [dopo il partito socialista], un partito che vuole essere tale e non soltanto un’assemblea di deputati. E’ il partito popolare italiano, cioè il partito cattolico (oggi Democrazia cristiana [Chabod pronuncia queste parole nel corso tenuto alla Sorbona nel 1948]). Suo animatore è un prete siciliano, don Luigi Sturzo, uomo di grande valore. Che cosa rappresenta il nuovo partito? Per certi versi esso costituisce un fatto di estrema importanza, l’avvenimento più notevole della storia italiana del XX secolo, specie in rapporto al secolo precedente: il ritorno ufficiale, massiccio, dei cattolici nella vita politica italiana” .
<