UFFICIO NAZIONALE PER I PROBLEMI SOCIALI E IL LAVORO
DELLA CONFERENZA EPISCOPALE ITALIANA

Famiglie al limite (Asti, 8 febbraio 2013)

La crisi colpisce duramente la nostra Regione e le conseguenze sociali sulle nostre comunità si faranno sentire ancora a lungo. In particolare occorre focalizzare l’attenzione sul soggetto
sociale che da sempre è il luogo principale della coesione: la famiglia.
7 Febbraio 2013

Le famiglie piemontesi sono al limite, sia sul versante della sostenibilità economica quotidiana che su quello della progettualità e dell’investimento sul futuro.
Ma le famiglie possono essere anche una risposta nuova, un soggetto capace di sviluppo e di innovazione se messe in grado di essere risorsa.
Questo è quanto emerge dall’indagine “Da consumatori a consumati” svolta dalle ACLI Piemontesi nella nostra Regione e rivolta alle persone dai 30 ai 45 anni. Per questo le ACLI Piemontesi pensano che è urgente generare nuove politiche e nuovi strumenti per dare speranza alle famiglie e metterle nelle condizioni di costruire il proprio avvenire. E’ l’avvenire di tutti. Il seminario è inserito all’interno del percorso preparatorio alla Settimana Sociale dei cattolici italiani che si svolgerà a Torino nel prossimo mese di Settembre.

<