UFFICIO NAZIONALE PER I PROBLEMI SOCIALI E IL LAVORO
DELLA CONFERENZA EPISCOPALE ITALIANA

Chiesa e imprenditoria: dalle incomprensioni al dialogo. Per una società del lavoro libero, dell’impresa e della partecipazione

-
29 Marzo 2000

tera società". Giovanni Paolo II, nella recente lettera apostolica Ecclesia in America, scrive: "L'avere impostato la cura pastorale verso i poveri con un certo esclusivismo ha talvolta portato a trascurare gli ambienti dirigenziali della società. I danni derivati dalla diffusione del secolarismo in tali ambienti, sia politici che economici, sindacali, militari, sociali, culturali, mostrano l'urgenza di una loro evangelizzazione, animata e guidata dai pastori che si sentono chiamati da Dio a prendersi cura di tutti. (...). Viceversa se si trascura questa evangelizzazione dei dirigenti, non deve sorprendere che molti di essi seguano criteri estranei al Vangelo e talvolta, ad esso apertamente contrari". Il metodo secondo il quale intendo procedere nella presentazione del tema, è semplice. Prendo le mosse da alcune affermazioni del Magistero di Giovanni Paolo II per poi procedere ad un'analisi articolata con lo scopo di fornire materiale per la costruzione di un Vademecum per la pastorale degli imprenditori, dirigenti e liberi professionisti. Ecco l'articolazione delle tematiche in momenti successivi ed intengrantesi.
Lo spirito d'impresa "Organizzare un tale sforzo produttivo, pianificare la sua durata nel tempo, procurare che esso corrisponda in modo positivo ai bisogni che deve soddisfare, assumendo i rischi necessari: è, anche questo, una fonte di ricchezza nell'odierna società. Così diventa sempre più evidente e determinante il ruolo del lavoro umano disciplinato e creativo e, quale parte essenziale del lavoro, delle capacità di iniziativa e di imprenditorialità".
Per te - per gli altri "Oggi più che mai lavorare è un lavorare con gli altri, è un lavorare per gli altri: un fare qualcosa per qualcuno".
Il mercato antropologico "Scopo dell'impresa (...) è l'esistenza stessa dell'impresa come comunità di uomini, che in diverso modo, perseguono il soddisfacimento dei loro fondamentali bisogni e costituiscono un particolare gruppo al servizio dell'in

ALLEGATI

    <