UFFICIO NAZIONALE PER I PROBLEMI SOCIALI E IL LAVORO
DELLA CONFERENZA EPISCOPALE ITALIANA

Brevi cenni di storia dell’Ufficio di pastorale sociale e del lavoro

-
15 Gennaio 2001

1. Le premesse e i primi passi Già Pio XII aveva guidato l'impegno sociale con un continuo insegnamento; i suoi discorsi alle varie categorie di lavoratori e di uomini impegnati nella società furono un preciso punto di riferimento. Con il suo stimolo ed appoggio sorsero, specialmente negli anni '40 e '50, molteplici Associazioni di laici sulla consapevolezza che i cristiani possono offrire un loro apporto originale per la costruzione de società. Ebbero origine, così, le Acli per la preparazione di uomini impegnati nel mondo del lavoro e nel sociale; presero vita molteplici Associazioni professionali e l'Azione Cattolica fu stimolata ad impegnarsi nel mondo del lavoro attraverso i settori, per lo più giovanili, dei lavoratori e dei rurali. Il Magistero Pontificio e il Concilio Vaticano II confermarono questo impegno e aprirono nuovi orizzonti...
(Per scaricarsi il testo cliccare sul file allegato)

ALLEGATI

    <