UFFICIO NAZIONALE PER I PROBLEMI SOCIALI E IL LAVORO
DELLA CONFERENZA EPISCOPALE ITALIANA

54ª Giornata Nazionale del Ringraziamento 2004

"Cultura rurale e solidarietà in Europa", è il tema del Messaggio predisposto dalla Commissione Episcopale per i problemi sociali e il lavoro, la giustizia e la pace, in occasione della Giornata Nazionale del Ringraziamento, che si celebrerà il 14 novembre 2004.
22 Ottobre 2008
 
1. La bellezza e la fecondità della terra sono il primo segno della fedeltà e dell’amore di Dio verso l’uomo, invitato a lodare e ringraziare, ma soprattutto a riconoscere in questo singolare “libro” il riflesso luminoso di Dio (cfr Sal 103 e Gb 38-41). Segno dell’amore divino, la terra è anche il campo di prova della fedeltà dell’uomo, a cui è chiesto che essa sia amministrata con saggezza. Tra i racconti biblici ha un particolare fascino la storia di Giuseppe, incaricato di amministrare gli anni dell’abbondanza e quelli della carestia per la terra d’Egitto (cfr Gen 41,47-57); per contrasto colpisce la stoltezza del ricco possidente della parabola evangelica che dalla fecondità delle sue terre non impara a riconoscere la Provvidenza divina e si illude della propria autosufficienza (cfr Lc 12,16-21). Luogo di esercizio della responsabilità, la coltivazione della terra è profonda scuola di vita. Dalla successione delle stagioni e dalle vicende del mondo agricolo Gesù ha ricavato alcune delle sue parabole più belle: tra tutte basti ricordare l’agricoltore stupito di fronte al seme che germoglia e cresce, “come, egli stesso non lo sa!” (Mc 4,26-29). La Lettera di Giacomo invita poi i cristiani a guardare l’agricoltore che aspetta pazientemente il prezioso frutto della terra, che diventa così icona per tutti coloro che aspettano la venuta del Signore (cfr Gc 5,7-8). ...
 
 
 
<